Strict Standards: Non-static method Joomla\CMS\Application\SiteApplication::getMenu() should not be called statically, assuming $this from incompatible context in /htdocs/public/www/templates/as002034/params.php on line 11 Strict Standards: Non-static method Joomla\CMS\Application\CMSApplication::getMenu() should not be called statically, assuming $this from incompatible context in /htdocs/public/www/libraries/src/Application/SiteApplication.php on line 275 Strict Standards: Non-static method Joomla\CMS\Application\SiteApplication::getMenu() should not be called statically, assuming $this from incompatible context in /htdocs/public/www/templates/as002034/params.php on line 27 Strict Standards: Non-static method Joomla\CMS\Application\CMSApplication::getMenu() should not be called statically, assuming $this from incompatible context in /htdocs/public/www/libraries/src/Application/SiteApplication.php on line 275
                                                                             
L'uomo si esprime attraverso varie modalità le quali rappresentano indefiniti prolungamenti di questa complessa unità psico-fisica. Parlando in termini più accessibili diremo che lo stato di una persona può manifestarsi in una serie di reazioni che comprendono l'aspetto fisico, quello energetico, mentale o psicologico.

Ad esempio una esperienza negativa può produrre una reazione di irrigidimento del corpo o di alcune parti di esso, come determinate zone del sistema muscolare, determinati centri nervosi; può produrre l'alterazione del metabolismo, una reazione a livello caratteriale, eccetera.

 Il cervello è costituito da una materia sensibile elaborata per costituire un supporto adatto all'esperienza della coscienza nella forma di mentale (citta). Così come non è una proprietà del cosmo, la Coscienza non è neppure una semplice funzione del cervello.Esso è necessario affinché tale coscienza venga espressa, ma ciò non significa che la coscienza sia inerente solamente al cervello, o che ne sia una proprietà. 

Ogni cellula ha la sua propria coscienza, così le varie parti organiche del corpo possiedono una loro particolare coscienza che non è, ovviamente, la somma matematica della coscienza delle cellule che le costituiscono.
Stiamo parlando di una coscienza non discorsiva, la quale non si esprime attraverso il linguaggio o il pensiero razionale.
Stiamo parlando di una coscienza che può esprimersi attraverso un organo, ma la cui natura non è affatto organica. Così avremo ad esempio una coscienza addominale, cardiaca ecc.
E così, come la coscienza di un individuo chiamata Atma può esprimersi attraverso la vitalità dell'essere che incarna, cioè il Jvatma, parallelamente la coscienza di un organo potrebbe esprimersi mediante la sua funzionalità o semplicemente la sua malattia.
Ma attenzione. La malattia di un organo o la sua ridotta funzionalità non implica la limitazione della Coscienza in sé, perché non abbiamo una coscienza bendata o una coscienza che cammina con le grucce.

Questo potrebbe farci riflettere sulla condizione dei cosiddetti malati terminali, di quelle persone che nell'epilogo della loro sventura, non disponendo più di mezzi di espressione vengono considerati come vegetali in attesa che si secchino definitivamente.
E se così fosse, se effettivamente la Coscienza potesse essere limitata da una danneggiata condizione dell'organismo umano, Kundalini che è l'espressione della Coscienza, anziché dormire arrotolata su sé stessa, come ci dice la Tradizione, sarebbe morta da un pezzo.

Secondo la Tradizione la Coscienza di ogni regione corporea è la sua Devata, cioè la sua divinità. Questa Devata possiede una sua forma sottile, cioè un suo corpo sottile che si esprime nei Tanmatra, ossia le proprietà che stanno all'origine della formazione della materia densa e cioè Terra, Acqua, Fuoco, Aria, Etere.
Quindi i Chakra, centri di consapevolezza, sono i centri sottili e divini della guaina fisica e psichica dell'uomo.
Il Supremo scende attraverso le sue manifestazioni dalla condizione sottile a quella grossolana attraverso la forma delle sei Devata e delle corrispondenti Shakti, cioè Potenze nelle loro sei dimore nell'Asse del Mondo e sotto forma di sei Centri nell'asse del corpo, la colonna vertebrale.