Strict Standards: Non-static method Joomla\CMS\Application\SiteApplication::getMenu() should not be called statically, assuming $this from incompatible context in /htdocs/public/www/templates/as002034/params.php on line 11 Strict Standards: Non-static method Joomla\CMS\Application\CMSApplication::getMenu() should not be called statically, assuming $this from incompatible context in /htdocs/public/www/libraries/src/Application/SiteApplication.php on line 275 Strict Standards: Non-static method Joomla\CMS\Application\SiteApplication::getMenu() should not be called statically, assuming $this from incompatible context in /htdocs/public/www/templates/as002034/params.php on line 27 Strict Standards: Non-static method Joomla\CMS\Application\CMSApplication::getMenu() should not be called statically, assuming $this from incompatible context in /htdocs/public/www/libraries/src/Application/SiteApplication.php on line 275

Lo Yoga è, in parole semplici, un sistema per la salute fisica, mentale, emotiva e spirituale. La sua pratica include esercizi, ma anche una condotta alimentare e uno stile di vita appropriato.

In senso ampio lo Yoga è una scienza che fornisce una via logica e graduale per comprendere meglio noi stessi e la realtà nella quale viviamo.
Se ne possediamo una certa esperienza, ben sappiamo quanto sia efficace per ridurre lo stress, ricaricarci di energia e probabilmente confidiamo nel fatto che esso ci aiuti a vivere sani e più a lungo.

Il suo reale obiettivo, però,  è quello di aiutarci e crescere attraverso un processo consapevole. Questo potrebbe sembrare un po' presuntuoso, ma gli antichi Rishi collocarono la sbarra del salto piuttosto alta per sé stessi  quando stabilirono che esso non doveva essere inferiore alla totale realizzazione delle piene potenzialità della specie umana.
Il risultato del loro lavoro fu una scienza rivolta alla consapevole accelerazione dell'evoluzione umana.

La prima cosa che impariamo, avvicinandosi a questa scienza, è che il termine deriva dall'antica lingua sanscrita Yuj il cui significato principale è unire insieme, unificare, ma anche preparare, rendere adatto.
La visione orientale è basata sulla comprensione che il tutto conoscibile dall'uomo è solamente un unico riflesso della stessa sorgente indefinita.
Nella sostanza ogni cosa,  sia essa reale o irreale, visibile o invisibile è in ultima analisi inseparabile dal tutto. Così lo "stato di unione" dello Yoga non è che una naturale conseguenza di questa visione e la sua pratica una natuarale via per realizzare questa natura indefinita.
Come occidentali potremmo impiegare parecchio per comprendere realmente cosa questa unione rappresenti.
Forse a livello intellettuale potremmo afferrarne l'idea, ma nel più profondo la nostra visione, basandosi sulle molteplici relazioni quotidiane, rende la sua realizzazione veramente difficoltosa, se non impossibile, perché la nostra intera esistenza è costruita su un separato, individuale Sé.

L'unione cui si riferisce lo Yoga, invece, è piuttosto una ri-unione del più basso, mondano Sé con la più alta Coscienza Universale, che gli antichi saggi indiani chiamano MokshaLiberazione.
Questi obiettivi rappresentano per la maggior parte di noi un lungo percorso, proprio in quanto proveniamo da una cultura che possiede occhi assolutamente differenti per vedere le cose, i quali non ci consentono di esplorare la vita da una diversa prospettiva.
Ma forse, la difficoltà più grande consiste nel saper mediare tale prospettiva affascinante, seducente intrigante con la quotidianità che inevitabilmente ci condiziona attraverso le differenti opinioni politiche, religiose, le attitudini morali e filosofiche (quando esistono) con le quali dobbiamo convivere.

Come disse più di due mila anni fa Epitteto"gli uomini non sono disturbati dalle cose, ma da come essi le vedono..." lo Yoga ci insegna passo, passo a modificare la capacità di osservazione togliendo alla realtà (proprio come una vergine) quei veli che coprono la sua fiorente, rigogliosa nudità.

(continua) Se vuoi leggere la parte successiva dell'articolo clicca qui.