Dieta orientativa per le persone di costituzione VATA

Questo articolo può essere letto anche nella finestra popup su sfono bianco: Alimentazione carnivora vs alimentazione vegetariana

Sebbene l'Ayurveda non abbia mai proibito il consumo di carne, sarebbe bene tuttavia consumare cibo vegetale. La motivazioni sono svariate; da quelle etiche a quelle dietetiche.
Dal momento che la carne è ottenuta dall'uccisione di animali, possiede una energia negativa; il suo regolare consumo incrementa istinti di violenza e decadimento. Specialmente la carne rossa contiene una grande quantità di grassi saturi, perniciosi per il colesterotlo.
Il regolare consumo di carne porta fcilmente a costipazione, in quanto non contiene fibre. Motivo per il quale i grandi consumatori di carne soffrono spesso di coliti ulcerose e cancro al colon. La carne contiene, inoltre, un gran numero di batteri e parassiti dannosi alla salute.

Le fibre contenute nel cibo vegetariano, invece, aiutano facilmente ad eliminare la materia fecale dall'intestino crasso. La maggior parte dei legumi contiene un'alta quantità di proteine, molto più leggere da digerire. Durante la digestione il corpo scinde le proteine in aminoacidi.
Esistono 22 aminoacidi: 14 non essenziali e 8 essenziali. Il termine " essenziale" significa che non è possibile costruirli artificialmente; è possibile ottenerli solamente attraverso il cibo.
Sino a qualche tempo fa si riteneva che fossero presenti solo nella carne, tuttavia studi condotti da nutrizionisti hanno rilevato che molte diete vegetariane fornscono lo stesso valore della carne in termini di aminoacidi, senza un sovraccarico per i reni.

Dieta orientativa per le persone di costituzione VATA

Le caratteristiche ayurvediche di VATA sono: 

  • asciutto
  • freddo
  • leggero
  • sottile
  • mobile
  • ruvido

Di conseguenza necessitano di caratteristiche opposte: caldo, liscio, umido ecc. In breve, necessitano di qualità relative a Pitta e Kapha; questo per evitare che, a lungo andare, la tipologia fondamentale VATA non diventi esasperata con tutte le consegeunze relative all'instaurasi di problemi di salute e cioè:

  • dieta nutriente e rinvigorente, con sapori dolce e salato
  • cibi freschi e non conservati, cadi, umidi
  • mangiare frequentemente, considerando ovviamente la propria capacità digestiva. Tenere in considerazione cibi speziati, come la cucina messicana o indiana, due volte la settimana
  • far uso di minestre cremose, cereali, pane, pasta con salse contenenti burro o ghi (burro chiarificato)
  1. Granaglie: frumento, avena, riso. Star alla larga da altro tipo di granaglie
  2. Fagioli: mung dal, lenticchie rosse, tur dal, piselli freschi. Tutti gli altri legumi dovrebbero essere evitati in quanto sono difficili da digerire e, soprattrutto, producono gas intestinale pernicioso per la tipologia VATA
  3. Vegetali: barbabietole, carote, cetrioli, zucchine, ravanelli, crescione, zucca bianca, zucca rossa, cilantro, spinaci, menta, cipolle cotte, fieno greco, mostarda. Evitare patate, melanzane, cavoli, cavolfiori
  4. Prodotti del latte: latte, ghi, latte di soya, Lassi, yogurt, burro, formaggi. Evitare gelati
  5. Frutta: tutta la frutta fresca dolce, susine, datteri, fichi, uvetta, uva, papaya, mango, arance dolci, limone (moderatamente). Evitare mele acerbe, frutta astringente come melograno e raffreddante come banana e melone d'acqua. La frutta secca può essere assunta dopo essere stata in ammollo la notte precedente
  6. Oli:l'olio di sesamo è il migliore
  7. Dolcificanti: zucchero, miele, melassa, sciroppo d'acero
  8. Spezie: calde e pungenti come cannella, chiodi di garofano, cayenne, zenzero secco, zenzero fresco, semi di fieno greco, assafetida (hing), mostarda. Evitare il coriandolo, perché rinfrescante.

E' da tenere presente che a seguito di un test per stabilire la tipologia ayurvedica, un dosha non costituzionale (cioè quello appartenente per natura alla persona [prakriti] potrebbe risultare alterato da un alro normalmente non pertinente a prakriti, ma esacerbato solo a causa di alimentazione, condotta, stile di vita errati; in tal caso siamo in presenza di una temporanea costituzione chiamata vikriti, la quale deve essere ridotta mediante le opporture strategie: alimentazione, massaggio ayurvedico, modifica delle abitudni ecc e, ovviamente, medicine (preparati) ayurvediche.

Per controllare orientativamente la propria costituzione ayurvedica è possibile fare il test al link: https://www.paramarta.it/index.php/it/ayurveda/tipologia-ayurvedica

Stampa

Image is not available
Corso di Massaggio Ayurvedico
Abhyangam

Inizio: Ottobre 2019
La formazione prevede dieci incontri mensili (sabato dalle ore 9,00 alle 13,00 e dalle 15,00 alle 19,00)

Video di presentazione
caratteristiche principali
Image is not available

Durata del Corso

Dieci mesi con una frequenza mensile:
Sabato dalle 9,00 alle 13,00 - dalle 15,00 alle 19,00

Image is not available

Cinque materie di studio:

- Origini e storia. Ayurveda Moderno e Ayurveda Globale.
- Principi dell'Ayurveda come scienza della salute.
- Tecniche di massaggio.
- Asthanga Hridaya (uno dei testi fondamentali).
- Principi generali del "Samkhya".

Image is not available
olii ayurvedici

impiegati durante le manualità

Image is not available
Prenotazioni

entro il 10 Settembre, con il versamento di una quota di Iscrizione. Il costo complessivo può essere rateizzato con pagamenti ad ogni incontro, ma non può essere ridotto per assenze non imputabili all'Organizzazione.

Image is not available
Dispense comprese nel costo totale

° Principi dell'Ayurveda
° Tecniche di massaggio
° Capitoli estratti dall'Astanga Hridayam
° Filosofia del Samkhya

Image is not available
Registrazione della parte teorica

Viene effettuata la registrazione dal vivo della parte teorica e masterizzata su CD, a disposizione degli allievi (compreso nel costo).

Image is not available
Per tutte le altre info

Mobile: 3920715548
email:
yoga@paramarta.it /abhyangam@paramarta.it

Sede del Corso:
Centro Yoga Paramarta
Via della Rocca, 26 - Monterotondo (RM)

Docente

Dr. Libero Gentili Ph.D.

Image is not available
Fondatore e Insegnante del
Centro Yoga Paramarta

Si è formato nella scuola di André Van Lysebeth e diplomato Insegnante di Yoga presso la Confederazione Internazionale Yoga e Oriente di Roma.
Ha conseguito il Doctorate Ph.D. in Letteratura e Filosofia indo vediche.
Ha insegnato presso Case di Reclusione (Rebibbia di Roma) e Istituti di Rieducazione minorile (Casal del Marmo di Roma).
Intraprende regolari viaggi in India conoscendo le varie regioni di quegli Stati, anche attraverso la penetrazione nella vita quotidiana dei suoi abitanti.
Si è introdotto nei villaggi rurali constatando l'interrelazione dei vari "varna" e "jati" locali nelle diverse realtà quotidiane, utilizzando mezzi di trasporto locali, mangiando cibo quotidiano della gente umile apprezzandone le caratteristiche culinarie e la loro tradizione.
Ha ottenuto il permesso di frequentare templi riservati ai soli hindu e la possibilità di documentare e riprendere, con dignitoso rispetto, le cerimonie della cremazione dei defunti sul fiume Gange.

Si è formato nella scuola di André Van Lysebeth e diplomato Insegnante di Yoga presso la Confederazione Internazionale Yoga e Oriente di Roma.
Ha conseguito il Doctorate Ph.D. in Letteratura e Filosofia indo vediche.
Ha insegnato presso Case di Reclusione (Rebibbia di Roma) e Istituti di Rieducazione minorile (Casal del Marmo di Roma).
Intraprende regolari viaggi in India conoscendo le varie regioni di quegli Stati, anche attraverso la penetrazione nella vita quotidiana dei suoi abitanti.
Si è introdotto nei villaggi rurali constatando l'interrelazione dei vari "varna" e "jati" locali nelle diverse realtà quotidiane, utilizzando mezzi di trasporto locali, mangiando cibo quotidiano della gente umile apprezzandone le caratteristiche culinarie e la loro tradizione.
Ha ottenuto il permesso di frequentare templi riservati ai soli hindu e la possibilità di documentare e riprendere, con dignitoso rispetto, le cerimonie della cremazione dei defunti sul fiume Gange.

Si è formato nella scuola di André Van Lysebeth e diplomato Insegnante di Yoga presso la Confederazione Internazionale Yoga e Oriente di Roma.
Ha conseguito il Doctorate Ph.D. in Letteratura e Filosofia indo vediche.
Ha insegnato presso Case di Reclusione (Rebibbia di Roma) e Istituti di Rieducazione minorile (Casal del Marmo di Roma).
Intraprende regolari viaggi in India conoscendo le varie regioni di quegli Stati, anche attraverso la penetrazione nella vita quotidiana dei suoi abitanti.
Si è introdotto nei villaggi rurali constatando l'interrelazione dei vari "varna" e "jati" locali nelle diverse realtà quotidiane, utilizzando mezzi di trasporto locali, mangiando cibo quotidiano della gente umile apprezzandone le caratteristiche culinarie e la loro tradizione.
Ha ottenuto il permesso di frequentare templi riservati ai soli hindu e la possibilità di documentare e riprendere, con dignitoso rispetto, le cerimonie della cremazione dei defunti sul fiume Gange.

Info di contatto
3920715548
abhyangam@paramarta.it
Monterotondo. Via della Rocca 26
Lun - Ven / 9AM - 5PM
Icon
Icon
Image is not available

infiniteideas

Contatti
Tutte le info
Slider

Sample Link | Sample Link | Sample Link | Sample Link | Sample Link |