Le facili conversioni

E' possibile visualizzare questo articolo nella finestra popup su sfondo bianco: Le facili conversioni

La popolarità che lo Yoga ha riscosso in questi ultimi tempi ha prodotto spesso alcuni tentativi di "adattamento" alle differenze culturali dei nostri paesi. Non sono stati solamente gli aspetti ginnico-sportivi che con gli anni si sono integrati a questa disciplina, o all'indirizzo salutistico che ne ha fatto una uteriore terapia alternativa. In queste considerazioni ci riferiamo soprattutto alla metamorfosi che si verifica in presenza di alcuni aspetti speculativi di questa dottrina, la quale, apartenendo a una  tradizione  differente da quella occidentale, cozza con la diversa cultura religiosa.

La soluzione, di solito, è duplice: o si realizza una sorta di conversione alla nuova fede, oppure sarà lo yoga - con tutte le sue implicazioni filosofico religiose - ad essere adattato al proprio credo.
Nel primo caso si rischia quasi sempre di collocarsi in una prospettiva molto vaga e distorta, basandosi esclusivamente su concetti superficiali, presi in prestito da una manualistica divulgativa e di dubbio valore culturale e interpretati, per di più, da una mentalità che oggi riesce a fare anche dello spirito, un ulteriore bene di consumo. Cambia il nome di dio e il modo di invocarlo, ma è veramente tutta quà la sostanza che diversifica due religioni?

Una tale "conversione" non può essere altro che 

 la semplice trasformazione della forma esteriore, indipendentemente dal grado di sincerità con la quale viene realizzata. L'approccio, infatti, parte quasi sempre da una spinta emotiva e di semplice evasione.

Ciò significa che due persone, provenienti da tradizioni religiose differenti anche se apparentemente - dopo tale conversione - può sembrare che seguano gli stessi riti e gli stessi atti di fede, in realtà partono da vedute talmente distanti tra loro che, molto spesso, possono anche non aver niente in comune.
Non a caso, in India, un uomo è hindu solo se nasce da una famiglia hindu; le conversioni non sono che un mero fatto personale, e non sono riconosciute nell'ambito della ortodossia bramanica.

Come conseguenza si arriva quasi sempre ad una realizzazione che non oltrepassa l'ambito emotivo. E' la scelta che, negli anni passati, fecero molti giovani occidentali, i quali di fronte a un mondo ormai sconsacrato, per fuggire allo stress psicologico che condiziona in maniera dolorosa l'attività dell'io cosciente, si abbandonarono alla volontà di gurù improvvisati, regredendo a una condizione pre-personale.
Bastò allora calzare semplicemente dei sandali, radersi il capo, vestire la tonaca colorata, leggere i testi sacri, interpretandoli e ripetendoli a pappagallo, come una favoletta per bambini - con toni stucchevoli - per avere l'illusione di aver conquistato la felicità.

women in iskcon boston devotees chanting hare krishna in 1968

Ma, in tal caso, l'attività dell'io cosciente è solo rimossa, ed essendo, questa facile operazione di "conversione", ben lontana dalla giusta interpretazione della nuova fede, la quale dovrebbe necessariamente portare alla depurazione di quella istintività che viene spesso confusa con il concetto di "naturalezza", oltre che alla mediazione cerebrale, spesso confusa con il concetto di "intelligenza", avviene prima o poi che questa "conversione" si traduca in una esplosione di emozioni isteriche.

Lo Yoga cristiano

Si è assistito, spesso, alla nascita dei vari "yoga cristiani", che altro non sono stati se non tentativi maldestri di raffazzonare insieme aspetti appartenenti a due forme tradizionali diverse. Tale tentativo, ovviamente, non ha potuto che aver luogo se non in presenza dei consueti garanti, oggi tanto cari all'informazione di massa: la morale - spesso utilizzata come sostituto dell'ipocrisia - il sentimentalismo, l'emotività.

In realtà questo errore nasce dalla convinzione  che essendo lo Yoga - quando interpretato in un certo modo - anche un mezzo di realizzazione spirituale, esso possa essere adattabile alla religione, costringendolo nel dominio della fede, della mistica, delle buone azioni... elementi appartenenti alle forme religiose contemporanee.
Ogni buon cristiano, se segue la sua fede, potrà salvarsi mediante la Grazia, ottenendo così l Paradiso: è il massimo a cui può aspirare.
Da questa parte c'è il traguardo della salvezza dell'anima, fino alla "fine dei tempi", dall'altra - nella cultura induista alla quale appartiene lo yoga tradizionale - c'è Moksha, la Liberazione da tutti gli "stati condizionali dell'esistenza" che, tradotto in termini comprensivi, indica l'uscita dal ciclo delle esistenze o cosiddette reincarnazioni, e la identificazione e Reintegrazione nel Principio universale, concetto bel diverso da quello del dio creatore delle religioni giudaico cristiane.

 

 

Stampa

Image is not available
Abhyangam 2019
Corso massaggio ayurvedico

Principi della Scienza Ayurvedica e Tecniche di Massaggio

Ayurveda è l'arte del vivere sani
rispettando la natura

Durata del Corso

Dieci mesi con una frequenza mensile:
Sabato dalle 9,00 alle 13,00 - dalle 15,00 alle 19,00

Image is not available

Quattro materie di studio: Principi dell'Ayurveda - Tecniche di massaggio - Asthanga Hridaya - Samkhya

Image is not available
oli ayurvedici

durante l'apprendimento delle manualità

Image is not available
Registrazione

della parte teorica

Saremo lieti di darti maggiori informazioni

hai una richiesta specifica? Inviaci una mail

3920715548
abhyangam@paramarta.it
Via della Rocca, 26 MONTEROTONDO
Lun - Ven / 9AM - 5PM
Image is not available

Paramarta Centro Yoga e Ayurveda

Via della Rocca,26
Monterotondo

Contatti
Caratteristiche
Slider

About us

“Dal 1990 curiamo l'insegnamento di tecniche e percorsi, che l'antica tradizione indiana ha fornito all'uomo di ogni epoca e sotto ogni latitudine. Questo è possibile solo cercando di conciliare la visione moderna del mondo con l'antica Sapienza tradizionale, garantendo a entrambe la libera espressione e la propria capacità interpretativa.”

Contatti

Monterotondo. Via della Rocca 26

+39 3920715548

yoga@paramarta.it

PRIVACY POLICY

Richiedi informazioni o una seduta di prova

I campi contrassegnati con * sono obbligatori

Sample Link | Sample Link | Sample Link | Sample Link | Sample Link |