• Home
  • Glossario sanscrito

Glossario sanscrito

Search for glossary terms (regular expression allowed)

Glossarie

Termine Definizione
Shesha

Il serpente dalle mille teste sulle cui spire Vishnu si appoggia e dorme alla fine di ogni ciclo cosmico della Creazione, prima di risvegliarsi e iniziare nuovamente il processo di creazione. Nella iconografia hindu il cobra a più teste  fluttua su un oceano di acqua o latte che rappresenta la condizione indifferenziata del Cosmo prima dell'emergenza della forma. Shesha è anche conosciuto come Ananta, che significa "infinito" e in alcune mitologie si dice che sia formato dal residuo dell'Universo dopo la distruzione cosmica alla fine di gni ciclo di creazione (Pralaya).

Autore - Super User
Visite - 324
Sinonimi - Ananta
Moksha

La parola significa "liberazione" e si ritrova in tutte e quattro le religioni principali dell'India: Hinduismo, Buddhismo, Giainismo e Sikhismo e costituisce la controparte della "salvezza" nelle religioni abramitice. La scuola del materialismo hindu, conosciuta come Lokayata o Charvaka, tuttavia, costituisce un'eccezione.

Autore - Super User
Visite - 331
Kalpa

Sia il pensiero induista che quello buddhista considerano la creazione del cosmo come un processo eternamente mutevole e continuo, in cui anche gli Universi vanno e vengono, sono creati, si evolvono e infine collassano, per riapparire nuovamente, Quindi entrambe le religioni si occuopano di vaste oscillazioni del tempo ciclico. La più lunga unità di temo è il Kalpa, il periodo e la sua dissoluzione, e il periodo in cui tutta la materia ritorna alla forma di seme nell'oceano cosmico, che rappresenta la condizione indifferenziata del cosmo prima dell'emergere della forma.

Autore - Super User
Visite - 296
Guna

Il Samkhya usa questo termine per riferirsi ai tre costituenti fondamentali della Natura (Prakriti): Sattva "purezza", Rajas "passione", Tamas "ottusità". Sattva è caratterizzato dal piacere, ha come scopo l'illuminazione, è vivace e illuminante.  Rajas è caratterizzato dal dispiacere ha come scopo l'attività costante ed è stimolante e mobile. Tamas è caratterizzato dallo sconforto, ha come scopo il controllo ed è pesante e ostruttivo.

Autore - Super User
Visite - 275
Brahman

Il nome neutro di solito denota l'unico essere supremo, assoluto da cui si sviluppa l'intero universo, che pervade l'intero unverso, e in cui l'universo si fonde quando si dissolve e che, come pura coscienza, è il sé più profondo di ogni essere (Atman)

Autore - Super User
Visite - 306
Atma

"Respiro, spirito, anima, io" deriva dal Protoindo-europeo etmèn, "respiro". Nelle Upanishad, sebbene alcuni passaggi identificano ancora il sé (atman) con il respiro (prana), si tenta di distinguere il sé dagli aspetti dell'individualità come il corpo, il respiro, i sensi, la mente, la cognizione.. Mentre gli autori upanishadici lo descrivono come dotato di attributi meravigliosi, spesso affermano che è descrivibile solo in termini negativi (neti, neti) come immortale, inafferrabile, indistruttibile, senza attaccamento, libero dall'influenza del bene e del male.

Autore - Super User
Visite - 337
Sinonimi - Atman
Arti

E' l'atto di adorare una divinità con la luce, ed è un aspetto integrale della puja. Alla fine dei rituali pujia, alle divinità che vengono adorate, viene fatta un'offerta di luce. Una (o più comunemente cinque luci) viene posta su un vassoio che viene sventolato in senso circolare, orario, davanti alla divinità. Le cinque luci simboleggiano i cinque elementi: terra, aria, fuoco, acqua, etere. Insieme rappresetano la totalità del cosmo e tutto ciò che contiene. Mentre le luci vengono offerte alla divinità, il sacerdote intona i mantra appropriati per la particolare divinità. Può anche suonare una piccola campana, per ottenere l'attenzione degli dei. Questa cerimonia può essere abbastanza intensa, in quanto rappresenta il momento in cui è forgiato un legame tra il mondo divino e quello umano.

A Ganges River Arati Aarti Puja India

Autore - Super User
Visite - 304
Arthashastra

Si riferisce ad un genere letterario sanscrito e una tradizione di esperti indiani. Artha significa "ricchezza materiale" e secondo la visione del mondo prevalente nel Brahmanesimo, è uno dei tre o quattro obiettivi dell'esistenza umana (purusharta). Il termine shastra indica un compendio o un manuale. l'Arthashastra, nel suo senso più tecnico include economia, legge e politica da una prospettiva relativamente realistica ed è piuttosto vicino al Nitiashastra (manuale politico).

Autore - Super User
Visite - 311
Artha

Come obiettivo della vita, si riferisce alla ricerca della ricchezza e del potere ed è stato preso da alcuni come l'obiettivo dello sforzo umano secondo una visione che si riflette anche nel Manusmriti (2.224). L'Artahashastra (1.7.6) lo considera il purushartha primario: "dei tre fini della vita umana, il guadagno materiale è in realtà il più importante"

Autore - Super User
Visite - 277
Arjuna

Il terzo e più noto dei cinque fratelli Pandava, che erano figli del re Pandu e combatterono i Kaurava nella battagli di Kurukshetra, le cui imprese sono raccontate nel Mahabharata.. Il termine significa - come aggettivo - bianco è anche considerato come il figlio del dio Indra, ma la mitica paternità divina dev'essere collocata all'interno delle leggende del loro eroismo, cavalleria e importanza nelle mitologie associate alla bhakti (devozione) a Krishna. Tuttavia il suo ruolo è famoso per essere uno dei due protagonisti della Bhagavagita.
Il dialogo si apre con Arjuna e Krishna che trascinano il loro carro tra le forze avversarie per valutare la situazione prima dell'inizio della battaglia contro i Kaurava.
Krishna, accetta di non schierarsi in battaglia, ma di essere l'auriga di Arjuna. Arjuna, nonostante il suo grande valore, diventa demoralizzato nel vedere così tante figure tra i nemici che sono membri della famiglia, o suoi precettori.


arjuna

Autore - Super User
Visite - 927
Ardhanarishvara

"il signore che è per metà donna". Forma androgina che unisce le caratteristiche di Shiva e la sua energia femminile Parvati. Secondo il Vamana Purana, il rishi Bringi rifiutò di adorare la dea insieme a Siva. Quest'ultimo, unendo i loro corpi in Ardhanarishvara, lo costrinse ad onorare entrambi. Nel Brahmanda Purana, invece,  Shiva divenne questa forma adorando la Shakti.

Autore - Super User
Visite - 1222
Sinonimi - Ardanarisvara
Arati

Vedi arti

Autore - Super User
Sinonimi - arti
Aranyaka

Sono parti dei Veda che si frappongono tra i Brahmana e le Upanishad in termini di idee e, probabilmente, anche in ordine cronologico. Discutono il significato del rituale (come i Brahmana) e i poteri che si possono ottenere eseguendo e comprendendo in particolare i rituali più avanzati e raramente eseguiti.

Autore - Super User
Visite - 405
apsara

Il termine significa: "muoversi dentro o tra le acque o le nuvole". Divinità femminili spesso tradotte con "ninfe". Come i loro compagni, i Gandharva, nella letteratura vedica mostrano una natura ambigua. Entrambe le classi condividono la connessione positiva con i matrimoni e gli alberi della foresta, oppure un odore terroso, ma sono anche accusati di causare pazzia e sono inclusi negli elenchi degli esseri maligni.

Autore - Super User
Visite - 285
Antyeshti

L'ultimo Samskara,  rito di passaggio, è la cerimonia funebre descritta nella letteratura vedica. La parola significa "il sacrificio" (ishti) della "fine" (antya) e prepara l'essere incarnato per il suo viaggio a Yamaloka, il regno dei morti. Anche se questo rito dev'essere eseguito per tutti, quello completo viene eseguito solo per gli uomini dei tre varna superiori: brahmana, kshatrya, vaishya. (vedi il nostro video sulla cremazione)

Autore - Super User
Visite - 344
Sinonimi - Antiesti

About us

“Dal 1990 curiamo l'insegnamento di tecniche e percorsi, che l'antica tradizione indiana ha fornito all'uomo di ogni epoca e sotto ogni latitudine. Questo è possibile solo cercando di conciliare la visione moderna del mondo con l'antica Sapienza tradizionale, garantendo a entrambe la libera espressione e la propria capacità interpretativa.”

Informazioni di contatto

Monterotondo. Via della Rocca 26

+39 3920715548

info@paramarta.it

PRIVACY POLICY

Sample Link | Sample Link | Sample Link | Sample Link | Sample Link |