previous arrow
next arrow
PlayPause
astavakrasana-posizione-otto-angoli
Slider

Asana per l'equilibrio dei dosha - Il tipo PITTA

Gli asana, nello hatha yoga, possono contribuire a riequilibrare una temporanea alterazione dei dosha, tenendo presente che è la differente modalità di esecuzione, in particolare, a rendere le stesse posture adatte a Vata, Pitta e Kapha. 
Se, ad esempio, una esasperazione di Vata conduce l'organismo psico-fisico ad una eccessiva dissipazione delle energie, una esecuzione particolarmente equilibrata degli asana contribuirà a ricondurre questo dosha nella condizione regolare. 
Così, al contrario, un temporaneo squilibrio di Kapha - che generalmente si manifesta come eccessivo torpore fisico ed inerzia mentale - sarà riequilibrato da una esecuzione abbastanza vigorosa.

Leggi tutto

Differenze di insegnamento

L'etica, questa sconosciuta.

 ma anche, in linea più generale, le evidenti diversità che esistono tra un occidentale e un orientale, per il quale gli asana sono stati concepiti. Non bisognerebbe solamente considerare le eventuali difficoltà che si possono incontrare nel proporre alcune posture.

Leggi tutto

Suryanamaskar - Saluto al sole

E' una sequenza di posizioni oggi comunemente inserita in tutti gli stili di yoga fisico. Associata alle rispettive fasi respiratorie, rappresenta un ottimo esempio di pratica aerobica. Oggi, la pretesa di far risalire il Suryanamaskar all'epoca vedica della cultura indiana può solo far sorridere. Tutto ciò che si conosce dello yoga fisico, oggi praticato in tutto il mondo ccidentale, 

Leggi tutto

Asana per l’equilibrio dei Dosha - Vata

Gli asana, nello hatha yoga, possono contribuire a riequilibrare una temporanea alterazione dei dosha, tenendo presente che è la differente modalità di esecuzione, in particolare, a rendere le stesse posture adatte a Vata, Pitta e Kapha. Se, ad esempio, una esasperazione di Vata conduce l’organismo psico-fisico ad una eccessiva dissipazione delle energie, una esecuzione particolarmente equilibrata degli asana contribuirà a ricondurre questo dosha nella condizione regolare.
Così, al contrario, un temporaneo squilibrio di Kapha – che generalmente si manifesta come eccessivo torpore fisico ed inerzia mentale – sarà riequilibrato da una esecuzione abbastanza vigorosa.

SukhasanaSiddhasanaPadmasana

Sono tipiche posture meditative e, nell’ordine, presentano un crescente impegno delle articolazioni delle gambe. Se non si possiede una sufficiente scioltezza delle anche, delle ginocchia e delle caviglie, la loro esecuzione può produrre dolori alle gambe ed essere addirittura proibitiva, come nel caso della posizione del Loto (Padmasana).

Leggi tutto

Neti - Pulizia dei condotti nasali

La pulizia dei condotti nasali – neti – è il primo degli Shatkarma (pratiche di purificazione) contemplati dallo Hatha Yoga. Vi sono differenti modi di esecuzione.La pulizia dei condotti nasali – neti – è il primo degli Shatkarma (pratiche di purificazione) contemplati dallo Hatha Yoga. Vi sono differenti modi di esecuzione.

Jala neti

Jala si attua introducendo il liquido in una narice e facendolo uscire da quella opposta. Generalmente viene impiegata acqua pura, leggermente tiepida, alla quale è stata aggiunta una piccola quantità di sale. La quantità di sale dipende dal grado di tolleranza; iniziare con un mezzo cucchiaino da caffè per la quantità di liquido contenuta nel recipiente, per poi correggere il quantitativo. Tradizionalmente viene impiegato uno specifico recipiente: la lota.
Questo recipiente, adatto alla pratica, viene costruito in modo tale da favorire l’introduzione del liquido nel naso, ed alla fine del beccuccio possiede una particolare conformazione per potersi adattare ermeticamente alla narice, senza ferire le delicate mucose. E’ facilmente reperibile nelle erboristerie.

lota2


Esecuzione
Assumere una posizione del tronco leggermente piegata in avanti. Ruotare il capo verso destra ed inserire il beccuccio della lota alla narice destra. Iniziare a respirare tranquillamente con la bocca, e regolare la rotazione del capo sino a che non si percepisca l’acqua transitare ed uscire dalla narice opposta.
Far attenzione che la rotazione del capo non sia eccessiva, in quanto l’acqua scorrerà direttamente nella gola e non nel naso! Proseguire per alcuni secondi fino a totale svuotamento della lota, quindi ripetere dalla parte opposta.

Vyutkram neti

In questo procedimento – che consigliamo di seguire solo dopo che sia stata raggiunta una certa familiarità con jala neti – l’acqua viene fatta transitare per aspirazione dal naso ed eliminata dalla bocca.

Leggi tutto

Altri articoli...

  • 1
  • 2

About us

“Dal 1990 curiamo l'insegnamento di tecniche e percorsi, che l'antica tradizione indiana ha fornito all'uomo di ogni epoca e sotto ogni latitudine. Questo è possibile solo cercando di conciliare la visione moderna del mondo con l'antica Sapienza tradizionale, garantendo a entrambe la libera espressione e la propria capacità interpretativa.”

Informazioni di contatto

Monterotondo. Via della Rocca 26

+39 3920715548

info@paramarta.it

PRIVACY POLICY

Gruppo di Studio su Facebook

Visita e iscriviti per condividere le tue esperienze 

gruppo

Sample Link | Sample Link | Sample Link | Sample Link | Sample Link |