previous arrow
next arrow
Slider

Articolo visibile in popup su sfondo bianco: Asana per l'equilibrio dei dosha - Il tipo PITTA

 

Gli asana, nello hatha yoga, possono contribuire a riequilibrare una temporanea alterazione dei dosha, tenendo presente che è la differente modalità di esecuzione, in particolare, a rendere le stesse posture adatte a Vata, Pitta e Kapha. 
Se, ad esempio, una esasperazione di Vata conduce l'organismo psico-fisico ad una eccessiva dissipazione delle energie, una esecuzione particolarmente equilibrata degli asana contribuirà a ricondurre questo dosha nella condizione regolare. 
Così, al contrario, un temporaneo squilibrio di Kapha - che generalmente si manifesta come eccessivo torpore fisico ed inerzia mentale - sarà riequilibrato da una esecuzione abbastanza vigorosa.

 

Nidrasana - Sukhasana

  • Nidrasana. E' una postura di relativo rilassamento muscolare disposta su un fianco; il capo viene poggiato su una mano, con il gomito a terra mentre l'altro braccio è disteso lungo il fianco.
    Particolare attenzione va rivolta alla sufficiente distensione del tratto cervicale visto che il capo non si trova propriamente in posizione naturale. Avremo quindi l'accortezza di tenere il mento leggermente avvicinato alla gola.
    L'attività respiratoria andrebbe rivolta all'emitorace diretto in alto. La posizione va, naturalmente, eseguita anche sul fianco opposto.

    nidrasana

  • Sukhasana. E' stata già descritta nel numero precedente.

 

Vantanasana - Tadasana

  • Vantanasana. Si parte dalla posizione seduta sui talloni e si inclina il capo, sino a condurre la fronte a terra.
    Le braccia sono distese in avanti, rilassate. Ci si assicuri, nella posizione finale, di rimanere effettivamente seduti sui talloni, mantenendo le ginocchia separate tanto da consentire al tronco di scendere e di avvicinarsi al pavimento.
    Il particolare sviluppo della respirazione toracica contribuisce ad un salutare ondeggiamento della colonna vertebrale.

    vantanasana r

 

  • Tadasana. E' una facile postura di equilibrio su appoggio bipodale. Alcuni autori danno particolare importanza alla messa in tensione di tutti i muscoli del corpo al fine di garantire un totale allineamento della struttura ossea.
    Riteniamo, dal nostro punto di vista che, una volta che sia assicurato l'allineamento del bacino rispetto alla colonna, mediante una leggera retroversione (il che si ottiene facendo rientrare la pancia) tutto il resto del corpo debba essere mantenuto abbastanza fluido. Tadasana è, infatti, una posizione che si presta ad una meravigliosa interpretazione simbolica - non dimenticate che questo è un importante elemento nello hatha yoga.
    La totale verticalità della posizione del corpo, il suo rapporto assiale rispetto alle altre dimensioni dello spazio suggeriscono il senso della centralità. L'immancabile sensazione della crescita verso l'alto, sia della struttura articolare che della respirazione contribuiscono - assieme ad altri elementi dipendenti dalla sensibilità del praticante o dall'insegnante che guida la pratica - a favorire una buona interiorizzazione; cosa che verrebbe ostacolata dalla spasmodica ricerca delle tensioni muscolari. E' solamente il nostro punto di vista!

tadasana r

 

 

Yogamudra - Parvatasana

  • Yogamudra. L'asana classico si esegue mantenendo la postura del "loto" durante il piegamento del tronco in avanti sino a far toccare la fronte sul pavimento. L'intensa compressione addominale dovuta alla presenza dei pugni posti tra le cosce e la parete addominale favorisce una benefica tonificazione diaframmatica. L'asana, naturalmente, non è alla portata di tutti. Si può ovviare assumendo Vajrasana anziché Padmasana (posizione del Loto).

 

  • Parvatasana (posizione della montagna)
    Il corpo assume la classica posizione a triangolo. E' preferibile che i talloni non siano appoggiati a terra, in modo tale da sfruttare la loro spinta verso terra per stirare i muscoli dei polpacci. Il capo va mantenuto tra le braccia stirate ed il mento viene collocato vicino alla gola. Il torace viene "spinto" in fuori durante l'inspiro: questo contribuisce a allineare il dorso.

parvatasana

 

Stampa

Image is not available
Corso di Massaggio Ayurvedico
Abhyangam

Inizio: Ottobre 2019
La formazione prevede dieci incontri mensili (sabato dalle ore 9,00 alle 13,00 e dalle 15,00 alle 19,00)

Video di presentazione
caratteristiche principali
Image is not available

Durata del Corso

Dieci mesi con una frequenza mensile:
Sabato dalle 9,00 alle 13,00 - dalle 15,00 alle 19,00

Image is not available

Cinque materie di studio:

- Origini e storia. Ayurveda Moderno e Ayurveda Globale.
- Principi dell'Ayurveda come scienza della salute.
- Tecniche di massaggio.
- Asthanga Hridaya (uno dei testi fondamentali).
- Principi generali del "Samkhya".

Image is not available
olii ayurvedici

impiegati durante le manualità

Image is not available
Prenotazioni

entro il 10 Settembre, con il versamento di una quota di Iscrizione. Il costo complessivo può essere rateizzato con pagamenti ad ogni incontro, ma non può essere ridotto per assenze non imputabili all'Organizzazione.

Image is not available
Dispense comprese nel costo totale

° Principi dell'Ayurveda
° Tecniche di massaggio
° Capitoli estratti dall'Astanga Hridayam
° Filosofia del Samkhya

Image is not available
Registrazione della parte teorica

Viene effettuata la registrazione dal vivo della parte teorica e masterizzata su CD, a disposizione degli allievi (compreso nel costo).

Image is not available
Per tutte le altre info

Mobile: 3920715548
email:
yoga@paramarta.it /abhyangam@paramarta.it

Sede del Corso:
Centro Yoga Paramarta
Via della Rocca, 26 - Monterotondo (RM)

Docente

Dr. Libero Gentili Ph.D.

Image is not available
Fondatore e Insegnante del
Centro Yoga Paramarta

Si è formato nella scuola di André Van Lysebeth e diplomato Insegnante di Yoga presso la Confederazione Internazionale Yoga e Oriente di Roma.
Ha conseguito il Doctorate Ph.D. in Letteratura e Filosofia indo vediche.
Ha insegnato presso Case di Reclusione (Rebibbia di Roma) e Istituti di Rieducazione minorile (Casal del Marmo di Roma).
Intraprende regolari viaggi in India conoscendo le varie regioni di quegli Stati, anche attraverso la penetrazione nella vita quotidiana dei suoi abitanti.
Si è introdotto nei villaggi rurali constatando l'interrelazione dei vari "varna" e "jati" locali nelle diverse realtà quotidiane, utilizzando mezzi di trasporto locali, mangiando cibo quotidiano della gente umile apprezzandone le caratteristiche culinarie e la loro tradizione.
Ha ottenuto il permesso di frequentare templi riservati ai soli hindu e la possibilità di documentare e riprendere, con dignitoso rispetto, le cerimonie della cremazione dei defunti sul fiume Gange.

Si è formato nella scuola di André Van Lysebeth e diplomato Insegnante di Yoga presso la Confederazione Internazionale Yoga e Oriente di Roma.
Ha conseguito il Doctorate Ph.D. in Letteratura e Filosofia indo vediche.
Ha insegnato presso Case di Reclusione (Rebibbia di Roma) e Istituti di Rieducazione minorile (Casal del Marmo di Roma).
Intraprende regolari viaggi in India conoscendo le varie regioni di quegli Stati, anche attraverso la penetrazione nella vita quotidiana dei suoi abitanti.
Si è introdotto nei villaggi rurali constatando l'interrelazione dei vari "varna" e "jati" locali nelle diverse realtà quotidiane, utilizzando mezzi di trasporto locali, mangiando cibo quotidiano della gente umile apprezzandone le caratteristiche culinarie e la loro tradizione.
Ha ottenuto il permesso di frequentare templi riservati ai soli hindu e la possibilità di documentare e riprendere, con dignitoso rispetto, le cerimonie della cremazione dei defunti sul fiume Gange.

Si è formato nella scuola di André Van Lysebeth e diplomato Insegnante di Yoga presso la Confederazione Internazionale Yoga e Oriente di Roma.
Ha conseguito il Doctorate Ph.D. in Letteratura e Filosofia indo vediche.
Ha insegnato presso Case di Reclusione (Rebibbia di Roma) e Istituti di Rieducazione minorile (Casal del Marmo di Roma).
Intraprende regolari viaggi in India conoscendo le varie regioni di quegli Stati, anche attraverso la penetrazione nella vita quotidiana dei suoi abitanti.
Si è introdotto nei villaggi rurali constatando l'interrelazione dei vari "varna" e "jati" locali nelle diverse realtà quotidiane, utilizzando mezzi di trasporto locali, mangiando cibo quotidiano della gente umile apprezzandone le caratteristiche culinarie e la loro tradizione.
Ha ottenuto il permesso di frequentare templi riservati ai soli hindu e la possibilità di documentare e riprendere, con dignitoso rispetto, le cerimonie della cremazione dei defunti sul fiume Gange.

Info di contatto
3920715548
abhyangam@paramarta.it
Monterotondo. Via della Rocca 26
Lun - Ven / 9AM - 5PM
Icon
Icon
Image is not available

infiniteideas

Contatti
Tutte le info
Slider

 Orario dei Corsi:

  • Lunedì - Mercoledì - Giovedì - Venedì dalle 19,30 alle 20,45 Hatha Yoga                         

  • Martedì dalle 11,00 alle 12,15 Hatha Yoga - Dalle 18,30 alle 19,45 Yoga in Gravidanza e principianti

 

Chiama 392 0715548 e prenota la tua seduta di prova, oppure compila il form qui in basso!

About us

“Dal 1990 curiamo l'insegnamento di tecniche e percorsi, che l'antica tradizione indiana ha fornito all'uomo di ogni epoca e sotto ogni latitudine. Questo è possibile solo cercando di conciliare la visione moderna del mondo con l'antica Sapienza tradizionale, garantendo a entrambe la libera espressione e la propria capacità interpretativa.”

Contatti

Monterotondo. Via della Rocca 26

+39 3920715548

yoga@paramarta.it

PRIVACY POLICY

Richiedi informazioni o una seduta di prova

I campi contrassegnati con * sono obbligatori

Sample Link | Sample Link | Sample Link | Sample Link | Sample Link |